La revisione dei veicoli: quando si deve fare?

0

Tutti sappiamo che i veicoli devono essere revisionati periodicamente presso le officine autorizzate e devono apporre sulla carta di circolazione il tagliando di avvenuta revisione.

  • Per auto, moto e ciclomotori (escluse alcune casistiche particolari, per esempio taxi o noleggio con conducente) il termine è di 4 anni dalla data di rilascio della carta di circolazione
  • Successivamente ogni 2 anni dall’ultima revisione.

Non è importante il giorno in cui si fa la revisione, ma quello che conta è il mese. Cioè si ha tempo fino alla fine del mese corrispondente ai termini visti sopra.

Sembra complicato? Facciamo un paio di esempi:

Autovettura immatricolata il 5 Gennaio 2012, deve fare la revisione 4 anni dopo, cioè nel 2016, ed entro la fine del mese corrispondente. Ovvero può fare la revisione correttamente entro il 31 gennaio 2016.

Altro esempio: precedente revisione effettuata il 12/3/2014, c’è tempo fino al 31/3/2016.

Chiaro? Quindi 4 anni dall’immatricolazione, poi ogni 2 anni sempre entro la fine del mese corrispondente.

Per la prima revisione bisogna guardare la data di rilascio della carta di circolazione.  Prendi la carta di circolazione, nel primo riquadro, al punto (B) trovi la data che ci serve. Da lì si calcolano i 4 anni come visto sopra.

Attenzione: se al punto (B) è annotato solo l’anno, allora bisogna fare riferimento alla data scritta al punto (I) del secondo riquadro. Questo avviene in caso di duplicato della carta di circolazione.

Se invece è stata già fatta una revisione, la data da considerare è quella presente sul tagliando adesivo che riporta l’esito della revisione.

Share.

Leave A Reply